Monday, May 2, 2011

29 aprile: in onore di Sergio.




Questa sera i militanti di Forza Nuova si sono presentati alla sala della Provincia Spazio Guicciardini per protestare contro il convengo organizzato in maniera strumentale dagli “antifascisti” di professione.
L’iniziativa è stata promossa da un cartello di associazioni della sinistra milanese (con gli estremisti dei centri sociali ma anche alla presenza della Camera del lavoro) per ricordare un loro caduto degli anni di piombo, Gaetano Amoroso, aggredito il 27 di aprile e morto il 30.


Anche solo osservando le date è chiaro che siamo di fronte a una becera provocazione che mira a infangare la memoria del camerata Sergio Ramelli, ucciso il 29 aprile 1975 per mano di 5 militanti di Avanguardia operaia (tutti condannati in via definitiva per omicidio volontario). Da quel giorno, ogni anno, noi ricordiamo Sergio con una fiaccolata. E lo faremo anche quest’anno col cuore ancora più nero, per la brutta provocazione che arriva da sinistra.
Una sinistra che usa evidentemente a vanvera l’appello a “non dimenticare“.
Noi riteniamo estremamente grave che a militanti politici sia potuto anche solo venire in mente di strumentalizzare un proprio morto pressoché dimenticato fino ad ora, solo per far parlare di sé in concomitanza con la campagna elettorale.
E riteniamo più preoccupante, per noi e per la città, che le istituzioni – la Provincia, Questura e Prefettura – abbiano potuto avallare un gesto così privo di rispetto per i morti.
Forza Nuova Milano
Il video delle zecchehttp://www.youtube.com/watch?v=M38Joyp7sRc
Qualche immagine…