Tuesday, April 5, 2011

Immigrati: a Milano blitz di Forza Nuova contro presidio Lega


Il servizio del TG3 : Blitz di Forza Nuova contro il presidio della Lega (dal minuto 00.08.00)
Milano, 2 apr. (TMNews) – Prima lo scoppio di un petardo, poi l’accensione di un fumogeno colorato e lo srotolamento di uno striscione con l’ironica scritta “Perepe quaqua perepe” e infine il grido “Vergongna, buffoni, il ministro dell’Interno è vostro“: così una decina di militanti della formazione Forza Nuova hanno contestato intorno alle 15.30 un presidio della Lega Nord davanti al consolato della Tunisia in viale Bianca Maria a Milano. Prima di dileguarsi dopo pochissimi minuti all’arrivo delle forze dell’ordine, i militanti forzanovisti hanno lanciato in aria diversi volantini con scritto “20 mila immigrati in giro per l’Italia, grazie Lega. Perchè la polizia sta a guardare? Il ministro dell’Interno non è leghista? E allora perchè Bossi urla?“.
I neofascisti hanno compiuto un vero e proprio blitz contro il centinaio di militanti e simpatizzanti del Carroccio, tra i quali anche l’eurodeputato Mario Borghezio, il capogruppo in consiglio comunale Matteo Salvini e il presidente del Consiglio regionale Davide Boni, che si erano ritrovati davanti alla sede consiliare della Tunisia per protestare contro i continui sbarchi sulle coste italiane di immigrati provenienti dal Paese del Nordafrica. Poco prima dell’arrivo dei forzanovisti, lo slogan più gridato dai leghisti era stato: “Tunisini clandestini, tutti fuori dai confini”.
Il 27 marzo scorso, Forza Nuova aveva esposto alla Stramilano uno striscione in cui condannava “la nuova guerra degli Alleati” contro la Libia.

Immigrazione: Milano; blitz Forza Nuova contro presidio Lega

Lanciati petardi e fumogeni, ‘ministro dell’Interno e’ vostro’

(ANSA) – MILANO, 2 APR – Rapido blitz di Forza Nuova oggi a Milano per contestare il presidio organizzato dalla Lega Nord davanti al consolato della Tunisia.
”Buffoni, il ministro dell’Interno e’ vostro” hanno gridato, dopo aver fatto esplodere un petardo, una decina di militanti di Forza Nuova il blitz. Arrivati all’improvviso, lanciando fumogeni ed esponendo uno striscione con scritto ‘Perepe quaqua perepe‘, i giovani della formazione della destra radicale hanno lanciato alcuni volantini che imputano proprio al Carroccio la malagestione degli sbarchi dalla Tunisia. (ANSA).
Milano, 2 apr. (Adnkronos) - “Buffoni“, “Vergogna“, questi gli slogan di una decina di esponenti di Forza Nuova che hanno fatto un ‘blitz’ al presidio organizzato dalla Lega Nord di Milano davanti al consolato tunisino in viale Bianca Maria. I militanti di Forza Nuova hanno anche fatto scoppiare un mortaretto e lanciato alcuni volantini con scritto ’20.000 immigrati in giro per l’Italia. Grazie Lega’.
Al sit-in davanti al consolato della Tunisia, organizzato per chiedere il blocco degli arrivi dei clandestini, hanno preso parte anche gli europarlamentari lumbard Matteo Salvini e Mario Borghezio
BLITZ FORZA NUOVA – A sorpresa, un gruppo di una decina di militanti di Forza Nuova si è presentato al raduno dei sostenitori della Lega Nord sotto il consolato tunisino. Il gruppo ha esploso un petardo e srotolato lo striscione con la scritta “Grazie Lega”. I militanti della destra radicale hanno lanciato volantini urlando “il ministro dell’Interno è vostro”.  “20mila immigrati in giro per l’Italia - si legge sul volantino – grazie Lega, perchè la polizia sta a guardare? Il ministro dell’Interno non è leghista? E allora perchè Bossi urla?”. Subito dopo, il gruppo si è allontanato lasciando qualche fumogeno acceso sul marciapiede. Tra loro, anche il candidato sindaco, Marco Mantovani.
http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/2011/04/02/484132-profughi_presidio_lega_nord.shtml

Immigrazione, Zaia: solidarietà a Lega per il blitz di Forza Nuova a Milano

Luca Zaia, Regione Veneto – “Voglio esprimere una forte solidarietà alla Lega Nord di Milano per quanto avvenuto oggi. Come spesso accade quando ci si trova ad affrontare problematiche gravi, uno dei rischi maggiori è che le situazioni di tensione siano acuite dalle frange più estreme, che bisogna invece tenere a bada”. Lo sottolinea il presidente della Regione del Veneto, Luca Zaia , che invita a non sottovalutare episodi come l’incursione di alcuni aderenti a Forza Nuova a Milano contro un presidio della Lega Nord davanti al consolato tunisino.
“In più parti - aggiunge Zaia – si sta vivendo un clima pesante a causa della pressione conseguente all’ondata di arrivi in Italia, ma bisogna mantenere i nervi saldi. Anche perché il ministro dell’interno, Roberto Maroni, sta dimostrando di gestire la difficile situazione con grande senso di responsabilità”.
http://www.vicenzapiu.com/leggi/immigrazione-zaia-solidarieta-a-lega-per-il-blitz-di-forza-nuova
http://multimedia.quotidiano.net/?media=21616&tipo=photo&id=766630&cat_principale_page=1&canale=0&canale_page=1