Monday, June 21, 2010

PERSECUZIONE POLITICA IN CIPRO


A giovedì 17 giugno in Lefcosia , la polizia cipriota ha arrestato un militante del Fronte Nazionale del Popolo. I polizioti sono andati al posto del suo lavoro e lo hanno arrestato con la falsa accusa di fare i biglietti aerei per … gli immigrati illegali!
Potete immaginare un nazionalista che funziona come un lavoratore dipendente in un'agenzia di viaggi e si collabora con gli immigrati clandestini?
Poi sono andati a casa sua per cercare ed hanno preso il suo computer. Questo era ciò che realmente stavano cercando.
Il governo cipriota, che è composto principalmente dai comunisti, accusa ogni tanto i nazionalisti e si rivolge alla polizia che e’ completamente controllata da loro, per cercare le case di tutti coloro che si oppongono al comunismo.
In questo caso il loro scopo principale era di prendere il computer del militante del E.LA.M. al fine di trovare i dati personali di altri militanti del nostro movimento ed accusarli.
Naturalmente non hanno trovato nulla perché il Fronte Nazionale del Popolo è un partito legale che ha partecipato alle ultime euroelezioni.
Nel 2010, a Cipro, stiamo ancora avendo un partito comunista anche quando allo stesso tempo nel resto del mondo civilizzato, il comunismo è ridotto o è messo fuorilegge come in Polonia e ad altri paesi Europei !